La Mongolfiera Editrice e Spettacoli
La Mongolfiera Spettacoli
  Home | Storia  | Dove siamo  | Prodotti  | Eventi  | Contatti  | Visualizza Carrello | Ricerca Prodotto | Privacy Policy
 Scheda Autore

Matilde Tortora
Matilde Tortora, docente di Storia e Critica del Cinema, si interessa in particolare di reperimento e ricostituzione di materiali editati su supporti altri, relativi al Cinema fin dalle origini, ha pubblicato Domestiche visioni (Università della Calabria, 1997), Lo Schermo in tasca, libro e CD-Rom (Abramo, 1999), Auguri lunghi un secolo (Andrea Livi, 2000), L'opera lirica in tasca (Rubbettino, 2003), Cinema Fondente (2001), Au Pays Noir. Film Pathé en pochette: 1903 - 1905 (2002), Dallo Schermo alla parola (2003) tutti con La Mongolfiera, con V. Martinelli I Promessi Sposi nel Cinema (2004), con A. Bernardini e V. Martinelli Enrico Guazzoni. Regista pittore (La Mongolfiera, 2005), Cuore. Primi Schermi (Rubbettino, 2007). Ha pubblicato gli inediti: Lettere di Eleonora Duse a Giovanni Papini dal 1915 al 1921, Ariel, 2001, Un dono di Eleonora Duse a Mary Pickford, Immagine, Associazione Italiana per le Ricerche di Storia del Cinema, 2002, Ce que pensent nos etoiles du Campari, idem, 2003, Lettere di Sacha Guitry, Ida Rubinstein e altri a Eleonora Duse, Carte di Cinema, 2004, Lettere di Matilde Serao a Eleonora Duse, Graus, 2004, Lettere di Matilde Serao a Ruggero Ruggeri, Atti del convegno "Matilde Serao. Le opere e i giorni", Napoli, 2004, Lettere di Lucio D'Ambra a Eleonora Duse, Carte di Cinema, 2005, Lettere di Roberto Bracco a Ruggero Ruggeri, Graus, 2006, Lettera inedita di Roberto Bracco a proposito del suo film Luce nell'ombra, Carte di Cinema, 2006, Un'azione cinematografica Medita di Roberto Bracco, Bianco e Nero, 2007, Inediti Tassiani, La Mongolfiera, 2007, Lettere di Ada Negri a Eleonora Duse, Graus, 2007. Collabora con il Conseil du Cinéma, de la Télévision et de la Communication Audiovisuelle - UNESCO. Nel 2000 è stata insignita del Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Altri libri dell'autore:
Video - Monologo
Tocchi di tinta
Fiora - Dialogo in assenza di Torquato
Ristampa
Au Pays Noir
Dallo Schermo alla Parola
I Promessi Sposi nel Cinema
CINEMA FONDENTE
ENRICO GUAZZONI
regista pittore
MANOSCRITTI INEDITI DI TORQUATO TASSO
CONSUMARE PASSIONI
CINEMA E CIOCCOLATO
TARZAN - CINEMA E CIOCCOLATO
IL SOLE CON L'ARCHERMES
un film di Matilde Tortora sui 150 anni dell'Unità d'Italia
BERTI BLANDINA
Impiegata avventizia
PANE E LAPILLI



 Scheda Libro

LA SOSPENSIONE DEL CINEMA
Racconti d'amore e di mancanza

Autore: Matilde Tortora
Categoria
: Racconti

Il libro “La sospensione del Cinema. Racconti d’amore e di mancanza” di Matilde Tortora, appena pubblicato, allude nel titolo allo stesso tempo alla sospensione d’animo cioè a quella dimensione di star facendo un sogno da svegli che proviamo guardando un film, alla magia del cinema e all’interruzione di esso a causa della pandemia in corso che per lunghi mesi ha visto chiuse le sale cinematografiche e ha interdetto per tutti noi l’accesso ad esse.

Il libro racconta infatti entrambe le cose, a cominciare dal primo racconto che ne narra la magia e la mancanza fino ad approdare ad un’iconica, poetica e possente immagine dell’artista tedesco Max Klinger, dal titolo “Parafrasi sul ritrovamento di un guanto”.

L’autrice, a partire da questa mancanza, ha condotto un’indagine, quasi uno scavo nel suo e nel nostro amore per il cinema e infatti questo libro rileva e rivela l’archeologia della propria passione per il cinema e di tutti noi fin da quando cominciammo a scoprirlo da bambini. Sicché storia della fruizione del cinema e dei tanti modi di essere uno spettatore, storie private, storie pubbliche intessono e fanno di questo libro il primo su questo tema, struggente e attuale, della mancanza del cinema.

E dice quanto il cinema ci manca dacché la pandemia in atto non ci consente da mesi di andare al cinema, di vedere i film in sala. Questo libro è un atto d’amore per il Cinema e l’invito accorato a chinarsi, a fare presto a raccogliere il guanto caduto in terra, a rialzarsi, a riprendere a volteggiare, pattinare, sognare, levarsi in volo, andare ad abitare in altri luoghi, immedesimarsi in altre storie, guardare i film in sala. Ridiventare spettatore. Riprovare il sapore, il gusto, il profumo del Cinema.

Matilde Tortora, scrittrice e storica del cinema. Autrice di diversi libri di letteratura e di saggi di cinema, tradotti in diverse lingue. Nel 2000 è stata insignita del Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Vive a Monaco di Baviera.

Il libro è stato tradotto contestualmente in tedesco. La traduzione in tedesco è ad opera di Cornelia Lutz-Mastrojanni.

In copertina: immagine tratta dalle incisioni dell’artista tedesco Max Klinger (1857-1920), dal titolo Parafrasi sul ritrovamento di un guanto
Quantità
 



Review Order and/or Check Out
Prezzo: 15,00
ISBN 979-12-80419-05-7
 
Powered by Web Twins