La Mongolfiera Editrice e Spettacoli
La Mongolfiera Spettacoli
  Home | Storia  | Dove siamo  | Prodotti  | Eventi  | Contatti  | Visualizza Carrello | Ricerca Prodotto | Privacy Policy
 Scheda Autore

Giuseppe Manfridi
Giuseppe Manfridi, romano, è drammaturgo e sceneggiatore. Da oltre ventanni il SUO teatro è costantemente rappresentato in Italia e all'estero. Fra le sue commedie di maggior successo: “Giacomo, il prepotente”, “Ti amo. Maria”, “Elettra”, “La cena”, “La partitella”, e “Teppisti”; questi ultimi due sono testi di grande impatto emotivo che, seppure in maniera diversa, affrontano il mondo del calcio e dei tifosi. A questo tema Manfridi ha pure dedicato la sceneggiatura di “Ultrà”, che, con la regia di RidcyTognazzi, ha vinto l'Orso d'oro al festival di Berlino nel 1990. Numerosi i testi di Manfridi che sono andati in scena in Francia, a New York, in Finlandia, in Grecia, in Canada e in Sudamerica. “Giacomo, il prepotente”, nel novembre del '98, ha debuttato al Theatre des Champs-Elisées” di Parigi, mentre “Zozòs”, nel 2000, è stato allestito al “Gate Theatre” di Londra con la regia di Peter Hall, e ripreso al Barbican nel 2003. In un consenso unanime della stampa, il critico del Sunday Times ha definito la commedia "la più divertente che abbia mai visto". Gran parte del suo teatro è pubblicata data casa editrice Ricordi, dalla Marsilio e da Gremese (di cui Manfridi dirige la collana Teatro). La Entertaiment & Art ha iniziato una pubblicazione delle sue opere complete, di cui è uscito nel 2005 il primo volume. Suoi testi sono stati pubblicati anche in Francia, in Inghilterra, in Croazia, in Grecia, in Spagna e In Bulgaria. Nel 2006 l'editore Gremese ha mandato alle stampe il romanzo "Cronache dal paesaggio", debutto di Manfridi nella narrativa. Successivamente viene pubblicato il secondo romanzo "La cuspide di ghiaccio", e "ll quadernetto sulla gaffe". Intensa l'attività propedeutica, con corsi tenuti presso Università (in Italia e all'estero) e Teatri stabili. Numerose sono le tesi di laurea dedicate alla sua produzione drammaturgica.

Altri libri dell'autore:
MARLENE
WAKEFIELD, L’UOMO CHE VOLO' OLTRE SE STESSO
LAZIO-ROMA 3-3
Atto Primo
PISA-ROMA 1-2
Atto Secondo
ROMA-LIVERPOOL 1-1
Atto Terzo
ROMA-JUVENTUS 3-2
Atto Quarto
REAL MADRID - ROMA 1-2
Atto Quinto
TI AMO, MARIA!
TEATRO DELL'ECCESSO
Capitolo secondo
"LA SUPPLENTE" E "IL FAZZOLETTO DI DOSTOEVSKIJ"
Due spettacoli in forma di monologo
TRAFITTO DA LANCE | LA RIBELLE
DIDONE / ARSA
CONVERSAZIONE SUL LUOGO DELL'INCIDENTE
(Trasfigurazione cruenta di Jackson Pollock)
LA CASTELLANA (un noir)
e altri testi per attrice solista
IL LETTO
LA SCALA
IL GESTO DI PEDRO
(Roma-Sampdoria 1-0 del 14 dicembre 1975)
Atto Sesto
LA DOMANDA DELLA REGINA
LA FAMIGLIA REMBRANDT SCONFITTA DAI TULIPANI
ZOZÒS
LA PARTITELLA
IL DISCORSO DEL CAPITANO
NASCITA E RESURREZIONE DI CITTANOVA
LA PIANISTA PERFETTA
FILASTROCCHE DELLA NERA LUCE
(cronache dalla Shoah)



 Scheda Libro

LA MATASSA E LA ROSA

Autore: Giuseppe Manfridi
Categoria
: Teatro

Il nazismo fece scempio di tanti Uomini e Donne di Fede, ma non riuscì ad oscurare, a distruggere i loro alti valori religiosi e morali. Ciò che è più interessante, non è certo stabilire la superiorità di una dottrina rispetto ad un’altra, bensì poter riflettere e partecipare ad uno scontro dialettico e costruttivo su percorsi diversi per raggiungere la Luce, ma opposti alla logica del buio, del potere, della violenza e della morte che sono state proprie del nazismo.
Lo spettacolo è un oratorio dedicato alla vita, alla fede, al martirio di Edith Stein: ebrea di nascita, convertita al cattolicesimo, allieva e poi assistente di Husserl, carmelitana, fu deportata ed entrò nella camera a gas del lager di Auschwitz nel 1942. Prima di esservi tradotta, Edith Stein fu ospite per pochi giorni nel campo di smistamento di Westerbork, in Olanda. Nello stesso periodo, per circa un anno, vi fu costretta anche Etty Hillesum, giovane scrittrice ebrea. Pare che le due si siano veramente incontrate nell’agosto del 1942 (pochi giorni prima della deportazione ed uccisione di Edith Stein) ma cosa si siano dette nessuno lo sa.
Ecco, proviamo ad immaginare di essere per un’ora in prigionia con loro e di poterle ascoltare mentre parlano sottovoce.
Testimonianza della loro luminosa esistenza, che durante il tenebroso evento del nazifascismo, ha liberato lo spirito che in loro gemeva e cantato un canto nuovo alla fede, alla vita, a dio.

Questo libro è stato presentato al International Art Festival on Spiritualità,
Divinamente New York, febbraio 2009.
Con la direzione artistica di Pamela Villoresi.

Quantità
 



Review Order and/or Check Out
Prezzo: 5,00
ISBN 978-88-96254-05-9
 
Powered by Web Twins