La Mongolfiera Editrice e Spettacoli
La Mongolfiera Spettacoli
  Home | Storia  | Dove siamo  | Prodotti  | Eventi  | Contatti  | Visualizza Carrello | Ricerca Prodotto | Privacy Policy
 Scheda Autore

Evdokija Rostopcina
Evdokija Petrovna Rostopcina (1811-1858), poetessa e scrittrice, acclamata come "la George Sand russa", conobbe tra gli anni Trenta e Quaranta del XIX secolo il suo periodo di massimo fulgore. Donna colta e affascinante, fu brillante animatrice di salotti letterari e intrattenne rapporti di amicizia con alcuni degli indiscussi protagonisti letterari del suo tempo, tra cui Aleksandr Puskin, Michail Lermontov, Vasilij Zukovskij e Vladimir Odoevskij. Oltre ad alcune raccolte di versi, fu autrice di racconti (Bozzetti del bel mondo, 1839), romanzi (Una donna felice, 1851-1852; Palazzo Forlì, 1854), un romanzo in versi (Diario di una fanciulla, 1842-1850), un'opera storica in versi (La monaca, 1842) e alcuni drammi (La solitaria, 1850; La figlia di Don Giovanni, 1856).


 Traduzione e cura di

Paola Ferretti
Paola Ferretti ha conseguito un Ph.D presso l'Università di Cambridge (U.K.). Insegna Lingua e Letteratura Russa presso il Dipartimento di Studi Slavi e dell'Europa Centro-Orientale dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Ha curato diversi volumi di autori russi, tra cui Michail Kuzmin (La prodigiosa vita di Giuseppe Balsamo, conte di Cagliostro, Sellerio, 1991), Vasilij Malinovskij (Un Russo in Inghilterra e Note dalla Moldavia, Ibis, 1999), Aleksej Tolstoj (Don Giovanni, Bulzoni, 2003). E' autrice della monografia A Russian Advocate of Peace: Vasilii Malinovskii (1765-1814), Kluwer Academic Publishers, 1998.

Altri libri dell'autore:
Il destino di Charles Lonceville


 Scheda Libro

RANGO E DENARO

Autore: Evdokija Rostopcina - Paola Ferretti
Categoria
: Culture e Intrecci

Il giovane ufficiale di belle speranze Vadim Svirskij, dal patrimonio tutt'altro che ragguardevole, conosce a un ballo la candida e incantevole Vera. Da Don Giovanni a tempo quale era stato fino ad allora, si tramuta in devoto sacerdote di un unico, ossessivo culto: l'amore per Vera. Ma la storia è destinata ad essere travolta dai pregiudizi della società russa del primo Ottocento. Alla mente si affaccia tutto un universo divenuto familiare al lettore occidentale grazie a PuSkin, Lermontov e Tolstoj, ma che viene narrato qui per la prima volta con occhi femminili.
Rango e denaro si legge come una creatura letteraria delle più, singolari: narrativamente ricercata, ibrida per lingua e stile, incerta tra la celebrazione dell'ebbrezza allucinatoria di una passione senza confini e la sua patetica parodia. E soprattutto, in bilico tra la critica alle ragioni del "beau monde" e la rappresentazione, anche se tutt'altro che impassibile, della sua auto-assoluzione.
Quantità
 



Review Order and/or Check Out
Prezzo: 10,00
ISBN 88-87897-81-6
 
Powered by Web Twins