La Mongolfiera Editrice e Spettacoli
La Mongolfiera Spettacoli
  Home | Storia  | Dove siamo  | Prodotti  | Eventi  | Contatti  | Visualizza Carrello | Ricerca Prodotto | Privacy Policy
LIBRI CONSIGLIATI
Suzana Glavaš
TI SUONO LE MIE DITA
PER MANO SOLA

[…] La vita di Suzana, la vita di ciascuno di noi, ognuno di noi un poeta nella sua vita, costruttore di pezzi da mettere su due piatti di bilancia per poi stare a guardare. Raccolgo i cocci della mia anima, dice la Glavaš; raccogliamo i nostri. Il Male è forte, il Bene è forte e si chiede chi dei due la condurrà alla morte. Facciamo altrettanto. La parola dono la riporta alla parola perdono. E ci chiediamo per chi, perché, ma ce lo chiediamo. Condivisione. Questo chi...

Continua

Matilde Tortora
BERTI BLANDINA
Impiegata avventizia

Ispirato idealmente al film Roma ore 11 di Giuseppe De Santis, il libro di Matilde Tortora racconta di una giovane assunta come avventizia negli anni Cinquanta, racconta di parole che sembravano essere oramai del tutto obsolete, racconta del lavoro delle donne e della sua duratura annosa precarietà.
Le immagini all’apparenza quiete assumono il vigore di una denuncia, questa giovane donna Berti Blandina, e non è un caso che sempre il cognome accompagni il nome in un girone codificato di impera...

Continua

Ankie van de Camp
CONTEMPORARY SAN ART
Storytelling art of the Kalahari desert Bushmen of Botswana

..This book takes the aims of the Kuru art project as a point of departure for setting a subsequent step on the path of emancipation of non-Western indigenous artists, in particular the San artists. It does so by emphasizing the intrinsic value of the storytelling art-pieces, by rejecting the direct relation between rock art and contemporary San art. By linking modern San art to the San Poetry of the 19th century and the contemporary African poets like Antjie Krog and Stephen Watson. An artistic...

Continua

Fausta Dal Monte - Roberto Ricciu
LA FABBRICA DELLA VITA
Omaggio a Capo Verde
THE FACTORY OF LIFE
Homage to Cabo Verde

"Si parte, si va, poi si torna, ma a volte l'anima resta dove la valigia del destino vuole che sia. Così nasce questo libro, perchè io l'anima l'ho lasciata a Capo Verde. Queste pagine sono il filo che attraversa l'oceano e ricongiunge all'anima, aiutatemi a non spezzarlo!
Queste fotografie sono la storia di un pugno di isole tra il tropico e l'equatore, perse nell'oceano Atlantico tra l'Africa e l'America del Sud, dove il sole è più sole, la luce è più luce, e gli esseri umani sono più esser...

     

Continua

Antonio Calcagno
LE TRE CORONE
La ricerca dei Cartigli

Un rinomato veggente, Occhio, sconvolge la tranquilla vita di Aron e Ania che tra mille disavventure e viaggi in una natura incontaminata ritrovano il loro terzo fratello, Nolan, per adempiere, con l'aiuto di Leonard, la loro missione: quella di trovare i Cartigli, la prova della loro regale discendenza di fronte agli Elfi e ai Nani, le sole creature in grado di aiutare gli uomini di AbriMas a liberarsi da Balhack.

Leonard batté una mano sulla spalla di Aron. <<È giunto il tuo momento,...

Continua

Associazione ViVa la ViDa
VIVA LA VIDA... E LE NOTE DIVERRANNO PAROLE...

Credo che se ognuno di noi riuscisse a comprendere che anche la vita è un viaggio, allora daremmo il meglio di noi stessi... come in una vacanza...come in viaggio, lontano da casa alla scoperta di spiriti affini...essere il fiore che sboccia in ogni giorno della nostra vita.

"Continuerò a vivere viaggiando e viaggiare vivendo."...

Continua

Alberto Umbrella
MEMORY

"Quanta crudeltà è vivere sapendo che tutto si perderà nell'oblìo del nulla..." Ossessionato da questo pensiero, Aristarco Abelardi, figlio di un noto ricercatore, conduce l'intera esistenza lavorando incessantemente ad un incredibile progetto: affiancato da una qualificata équipe di scienziati, progetta la conservazione della memoria e, forse, dell'essenza stessa dell'uomo oltre la vita. Tramite collegamento cervello/computer, lo spazio fisico cerebrale potrà essere sostituito da un cyberspazio...

Continua

Nino Criaco
MALEDETTO MERIDIONE

"Lo spettacolo edilizio lungo quella strada non era dissimile da altri luoghi: decine di fabbricati a più piani solo con lo scheletro in cemento con i lavori fermi da anni. Monumenti, che oltre ad offendere gli occhi, mortificano l'anima dello spettatore.
I modi per farsi del male al Sud non pongono limiti, spaziano dalla violenza sugli uomini a quella sulla natura.
Mi sedetti ad un tavolino all'aperto di un bar ed ordinai un caffè, in modo per far riposare anche la gamba che molto solleci...

Continua

Nino Criaco
IL MONDO HA SCELTO BARABBA

"Il mondo non muore perchè un giorno il pianeta terra esplode. La fine del mondo coincide con la fine dell'umanità e dissacrando il significato della vita, inesorabilmente ci si avvia verso la fine dell'umanità. Infatti, se milioni di uomini vengono lasciati morire dietro un muro di confine, quale remora può frenare una nazione, che si sente minacciata, a non scatenare anche una guerra atomica?
Nel pensiero corrente, una atomica lanciata su una grande metropoli che mieterebbe milioni di vitti...

Continua
NEWS

Su tutti i nostri libri ordinati direttamente sconto del 20% sul prezzo di copertina

Su un ordine di almeno tre libri sconto del 30% sul prezzo di copertina senza spese di spedizione

BENVENUTI NEL NOSTRO SITO

EVENTI

MALEDETTO MERIDIONE - IL MONDO HA SCELTO BARABBA
Libreria UBIK Cosenza
Venerdì 24 giugno 2016 ore 18:30
Nino Criaco


BOMB! Burning Fantasy
La Poesia e la Vita di GREGORY CORSO
Palazzo Rende - Piazza Meroli - Terranova da Sibari (CS)
Sabato 28 maggio 2016 ore 19:30
Bomb Burning Fantasy


IRENA SENDLER
LA TERZA MADRE DEL GHETTO DI VARSAVIA
Biblioteca Comunale - Roggiano Gravina
Giovedì 12 maggio 2016 ore 16:30
Irena Sendler


DALLE TENEBRE ALLA LUCE
Biblioteca Comunale - Roggiano Gravina
Sabato 7 maggio 2016 ore 18:00
Dalle tenebre alla luce


FRESCHISSIMI DI STAMPA
Simona Izzo
FIGLI MARITI AMANTI
Il maschio superfluo

La storia, si snoda in presa diretta come fosse un lungo piano sequenza, inizia di sera e prosegue con l'avanzare della notte all'interno di un sofisticato loft destinato a trasformarsi da dimora accogliente in territorio di scontri e riconciliazioni.
Una coppia, addestrata a battibecchi resi ormai innoqui da una consolidata tradizione di schermaglie domestiche, subisce l'intromissione proditoria di una seconda coppia composta da un vecchio amico in perenne stato di necessità e da una sua rec...

Continua

Roberto Giordano
IRENA SENDLER
La Terza Madre del Ghetto di Varsavia

Nel Ghetto di Varsavia, in un terreno di circa 4 chilometri quadrati, fu stipato tra la fine del 1940 e la primavera del 1943 quasi mezzo milione di Ebrei, tra cui uno stragrande numero di bambini nell'attesa di morirci di fame e di tifo prima di esserne deportati nei campi di sterminio, prevalentemente ad Auschwitz o a Treblinka. Queste le cifre della cronaca tetra della Shoah subita dagli Ebrei polacchi, che ebbe inizio il 1° settembre 1939 quando le truppe tedesche invasero la Polonia.
La ...

Continua
LIBRI CONSIGLIATI
Muzi Epifani
LA FUGA

La scomparsa improvvisa e volontaria di Ludovica interrompe la routine e alza il sipario sui rapporti che da anni e quotidianamente legano un gruppo di amici, alle prese con la preparazione di uno spettacolo. Quelli che fino ad allora erano state le scelte e i dilemmi, gli slanci e le cautele del loro impegno nella società e nella vita privata — amori e rapporti amicali compresi — sono riconsiderati per comprendere i motivi e le eventuali responsabilità di ciascuno e di tutti per la "fuga", subi...

Continua
A MI HERMANO
JORGE MARIO BERGOGLIO
Febrero de 1973

A MIO FRATELLO
JORGE MARIO BERGOGLIO
PAPA FRANCESCO
Marzo 2013
Tomàs Scusceria Muffatti
PREGHIERE DELLA PACE MONASTICA

Il libro Preghiere della pace monastica si pubblica per la prima volta in Italia. Il suo autore, il poeta argentino Tomàs Scusceria Muffatti, lo dedicò da giovane —aveva diciannove anni— a Jorge Mario Bergoglio, Papa Francesco, in segno di gratitudine e affetto. Tomàs conobbe Jorge durante gli ultimi anni del liceo. Voleva diventare gesuita perché ammirava la formazione intellettuale e la preparazione culturale dei sacerdoti della Compagnia di Gesù.


El libro Oraciones de la paz monast...

Continua

Vincenzo Altomare - Maria Paola Borsetta
Il Vangelo a S. Maria delle Grazie 1974

Questo libro raccoglie testimonianze, fra le èiù diverse, sulla Comunità di S. Maria delle Grazie di Rossano (CS), su ciò che è stata fin dal 1974 - anno della sua nascita - e ciò che continua ad essere oggi per tanti. Ciascuno ha raccontato, con il proprio stile e le proprie sensibilità, come vi ha incontrato il Signore e come, a partire da questo incontro, ha maturato l'impegno di essere operatore di pace nel mondo e nella chiesa.

Parte del ricavato della vendita di questo volume andrà ...

Continua

Giuseppe Claudio Rizzo
Joyce nube ornatissima

La ricerca della genesi e del senso della vita individuale nell'orizzonte costituito dal mondo e dagli altri io rappresenta il Leitmotiv del romanzo-saggio Joyce nube ornatissima di Giuseppe Claudio Rizzo. I mutevoli protagonisti, tra cui Irma alias Bianca Maria, Rudy, Joyce alias Giuseppe Claudio Rizzo, intrecciano pura percezione sensoriale a impressioni immediate e contraddittorie nelle loro esperienze di alterità vissute mediante la funzione narrativa, che permette lo scambio di esperienze e...

Continua

VERD&AMBIENTE
Emanuela Pulvirenti
DESIGN DEL RIUSO
quando un problema diventa una soluzione

Il riuso è una forma di design attuale e interessante per svariati motivi: è una pratica che tutti possono mettere in atto; è un atteggiamento che mette in moto la creatività; è un'azione che responsabilizza nei confronti dell'uso delle risorse del nostro pianeta e della dismissione dei rifuti; è un'estetica basata su semplicità ed economia; è un'etica che recupera valori come il rispetto e la cura per le cose che ci circondano: è un'occasione per andare verso uno sviluppo sostenibile.
Questo...

Continua
CINEMA NOVITA'

Carlo Dellonte - Mimmo Mancini
Ameluk

E' Venerdì Santo. A Mariotto, un minuscolo paese della Puglia, tutto è pronto per la Via Crucis, ma l'interprete di Gesù, il parrucchiere Michele, si siede sulla corone di spine. E' l'inizio del calvario.
Nel ruolo di Cristo il prete manda allo sbaraglio l'amico Jusuf, ma c'è un problema; Jusuf è musulmano.
La notizia fa il giro del mondo e il mondo, insieme a Mariotto, si spacca in due.
Sotto un fuoco incrociato, tra momenti drammatici e situazioni comiche, toccare a Jusuf riportare la...

CINEMA 18


Continua
Federico Rizzo
IL DECALOGO DELLE GIOVANI VITTIME
(la mia storia, i miei film)

Quella per il cinema è, per me, una passione antica che ha radici profonde che accompagna, anzi illumina i miei ricordi più lontani, più indistinti, più sfuggenti; il cinema è diventato subito non solo il mio compagno di giochi ed il mio amico, ma il mio linguaggio ed il mio modo di vedere: allo schermo, al quale mi rivolgevo, conferivo il potere di trasformare i miei sogni, la mia solitudine e la mia ribellione; gli chiedevo di dare grazia, solennità e potenza a tutto quello che sentivo e non s...

CINEMA 17


Continua
Lino Ristani
TAFT
Maple and wind - Acero e vento
Bilingue: italiano e inglese

Il film script Taft non ha connotazioni religiose o allegoriche, ma è chiaro che, anche se il protagonista, Enzo Tagliaferri, non lascia mai la sua città, Genova, fa un percorso tutto suo pieno di pericoli
per evitare, gli spettri interiori e confrontarsi con essi, sfidando le malvagità esterne. (Vale la pena precisare che questa introduzione è stata scritta prima dell’inizio delle riprese, in altre parole, prima che il regista o gli attori avessero dato il loro contributo al lavoro collabora...

CINEMA 16


Continua
TEATRO NOVITA' - FRESCHISSIMI DI STAMPA

Luca De Bei
LOUISE BOURGEOIS: FALLI, RAGNI E GHIGLIOTTINE

Louise Bourgeois era una donna eccezionale, ed è una delle più grandi artiste del secolo. Lucida, folle, anticonvenzionale, rigorosa, geniale, umile, straordinaria interprete del femminile, è segnata fin da bambina dalla violenza, dalla sua estrema sensibilità, ed è infaticabile creatrice di sculture intense, agghiaccianti, grottesche, rivelatrici, folgoranti. È famosa per i falli che sono spesso protagonisti delle sue opere o con cui si fa fotografare portandoli sotto il braccio; per i ragni mo...

TEATRO 80


Continua
Maria Pia Daniele
DONNE DEL SUD
TRILOGIA

Maria Pia Daniele nel precorrere i tempi traccia filoni che ancora oggi registrano grande interesse e successo. Rodolfo Di Giammarco l'ha definita la Cassandra del nostro teatro. Tra cronaca e mito, la Trilogia Donne del Sud raccoglie Faide del 1987, la prima Antigone contro la mafia de Il mio giudice, del 1993, e il più recente Cattive madri. Nei luoghi che un tempo furono della Magna Grecia e nella crisi dei valori, protagoniste sono le donne, o depositarie della mentalità patriarcale o eroine...

TEATRO 81


Continua
Tommaso Urselli
BOCCAPERTA
MAI NATE

BOCCAPERTA
Un ragazzo con la vocazione alla rappresentazione e al trasformismo gioca a mettere in scena la propria famiglia, i personaggi e alcuni episodi fondanti e a volte tipici di una certa preadolescenza di provincia; per raccontarli, in una chiave spesso ingenua e surreale, al principale confidente e punto di riferimento: il proprio amico immaginario. Attraverso questo processo di rappresentazione di sè e del mondo che lo circonda, si svolgono le tappe attraverso cui il personaggio dà v...

TEATRO 83


Continua
Mirella Taranto
OGNI VOLTA CHE GUARDI IL MARE
Omaggio a Lea Garofalo

"... Mirella Taranto ci consegna un ritratto poetico ed epico di due donne, come solo chi ama la parola e le proprie origini riesce a restituire... La Carruba Toscano è mirabile ed intensissima...Triestino, regia creativa ed elegante..:" first-online

"... Scritto magistralmente... eccellente Federica Carruba Toscano e la regia tira fuori dal cilindro idee brillanti... spettacolo imperdibile!" overblog.com

"... Federica Carruba Toscano è intensa protagonista... ogni espressione ne c...

TEATRO 84


Continua

Davis Tagliaferro
IL PROGRAMMA

Un atto unico che vede come protagonisti due uomini, Alan e Bryan, e un telefono.
Ci troviamo in un luogo indefinito, potremmo supporre (come potremmo supporre tutt'altro) nella cella di una prigione, in una società invisibile, astratta, che a poeti, letterati, artisti e scienziati riserba un trattamento molto speciale: il programma.
Un testo che lascia infinite possibilità di interpretazione, di gioco scenico (per gli attori) e di messa in scena (per il regista); un testo cangiante, che n...

TEATRO 85


Continua
Antonella Radogna
LE STAGIONI DOLCENERE DI ELSA

Non ricordo bene se l'affermazione sia di Oscar Wilde o di Ibsen, in teatro non sono le vicende in sè che producono arte e fanno sentire i brividi della vita, ma come sono poste e interpretate.
Antonella Radogna porge le vicende di quest'opera con la naturalezza che appartiene propriamente al palcoscenico. I protagonisti sono autentici e si esprimoni senza fronzoli e senza atteggiamenti sofisticati, senza mai un accenno di enfasi e senza mai creare situazioni improprie.
Un teatro che ci po...

TEATRO 87


Continua
TEATRO NOVITA' - FRESCHI DI STAMPA

Giuseppe Manfridi
LA SCALA

'La scala' racconta una disputa a sei dal ritmo serratissimo che si consuma in presa diretta durante un cocktail ben augurale organizzato per festeggiare la ristrutturazione di un seminterrato al Nuovo Salario di cui hanno da poco preso possesso Mirko e Miriam. Con loro, una coppia di vecchi amici (Corrado e Terry) e un'altra coppia da poco conosciuta (Nicolò ed Elvi) che abita nello stesso palazzo. Fiore all'occhiello dell'approssimativo restyling, una scala che collega direttamente il seminter...

TEATRO 79


Continua
Tonio Logoluso
CHRISSY DELLE SIEPI
STORIA DI UNA DONNA Al MARGINI

Sullo sfondo di un luogo evocativo, che diventa esterno o interno a seconda dei momenti, si consuma la vicenda di Chrissy, una donna che ha scelto la strada per vivere, facendo delle siepi la sua icona. Una storia piena di tensione, scenica e interiore, che affronta il mondo della prostituzione attraverso il racconto di un assassinio pieno di mistero, con un linguaggio crudo, diretto, a volte brutale, dove le quattro donne protagoniste vivono il giallo della loro vita in un tourbillon di emozion...

TEATRO 78


Continua
Luca De Bei
TEMPESTE SOLARI

Tempeste solari è il ritratto di una famiglia borghese, una famiglia ormai disintegrata e i cui componenti sono da tempo distanti l'uno dall'altro. Ciò che hanno in comune è l'incapacità di costruire legami solidi e veritieri, la disperata ricerca di qualcosa che nutra le loro esistenze e le loro anime, la rabbia che cova dentro di loro, la responsabilità gettata sugli altri per motivare lo sbandamento delle proprie vite, l'ostinazione nel non guardare mai dentro se stessi se non quando tutto se...

TEATRO 77


Continua

Giuseppe Manfridi
IL LETTO

"Il letto" è un polittico composto di quattro quadri. Ogni quadro, un letto; ogni letto, una coppia; ogni coppia, una storia; ogni storia, un linguaggio. Unico filo rosso narrativo, il semplice dato esteriore dei nomi: tutti e quattro gli uomini, infatti, si chiamano Bruno, tutte e quattro le donne Chiara. Per il resto, da un pezzo all'altro, si spazia attraverso situazioni e generi diversissimi: dalla commedia di conversazione a sfondo 'noir' ('Capiscimi'), ai lirismi minimalisti allusivi di in...

TEATRO 76


Continua
Saverio Tavano
PATRES
FATHERS

Se vuoi possedere quello che i padri ti hanno dato, se vuoi possedere l'eredità, devi riconquistarla.

Johann Wolfgang von Goethe


Patres nasce dall'intento di analizzare il rapporto tra padri e figli, intendendo la figura genitoriale come un riferimento ad ampio raggio. Questo è il tempo dell'assenza del padre, una figura che ha sempre avuto l'atavico compito di trasmettere la conoscenza, la memoria del passato. Non esistono più padri politic...

TEATRO 74


Continua
Laura De Luca
PICCOLO TEATRO DEI SILENZI

II Piccolo Teatro dei Silenzi raccoglie due dialoghi immaginari che parlano di un amore impossibile, e dunque indicibile, prossimo al silenzio, tra due persone molto diverse, eppure in qualche modo curiosamente simili.
Nel primo dialogo una donna conversa con il figlio concepito dal suo amato insieme a un'altra, ma irrimediabilmente abortito dopo qualche settimana. I due personaggi, lontanissimi e diversissimi, sono accomunati dal tradimento: il bambino, tradito dalla madre che si è sbarazzat...

TEATRO 73


Continua

Fortunato Cerlino
POTEVO FAR FUORI LA MERKEL, MA NON L'HO FATTO
Stay Hungry. Stay Foolish

Un condominio in cui vivono quattro personaggi. Michele e Yvonne hanno tre figli e sono in forte crisi matrimoniale. Lui è uno psicanalista di successo, attraente, affascinante. Un uomo pubblico riuscito, ma con un privato che sta crollando e che rischia di travolgerlo. Lei si rende conto di essersi sposata troppo presto, che ha avuto troppi figli, che ancora non ha vissuto e che forse non riuscirà più a farlo. Poi c'è Gloria, paziente di lui e amica di lei che sogna di vivere a Berlino perché "...

TEATRO 72


Continua
Luca De Bei
NESSUNO MUORE

Le storie di quattro uomini e quattro donne si incrociano, ei legami che li uniscono-diventano chiari man mano che la trama procede. I fili dei loro destinisi intrecciano e si ingarbugliano in uno spaccato di vita contemporanea. Sono rappresentati i nostri tempi, futili e impegnativi al tempo stesso; i disagi del vivere, la difficoltà di relazionarsi, il tentativo di capire quale sia lo scopo di un'esistenza frenetica e il cui significato inesorabilmente sfugge. Dalle vicende affiorano solitudin...

TEATRO 71


Continua
Giuseppe Manfridi
LA CASTELLANA (un noir)
e altri testi per attrice solista

Eszrébet Bàthory è stata la prima serial killer iscritta nella storia del crimine. Più di seicento le sue vittime. Tutte fanciulle vergini dal sangue fresco, destinato a farsi cosmetico per la pelle della loro carnefice.
Un personaggio reale da cui nasce una creatura scenica densa di enigmi.
lei, infatti, la protagonista del noir che apre questa raccolta di ritratti al femminile. Un nugolo di donne violente e intemperanti, buffe e maldestre, affascinanti e ribelli. I sei testi pubblicati s...

TEATRO 70


Continua
LIBRI CONSIGLIATI

Matilde Tortora
MANOSCRITTI INEDITI DI TORQUATO TASSO

“La narrazione, se piacerà a Vostra Signoria e al signor Barga, comincerà in questo modo: Già il sesto anno volgea che ‘l grand’Urbano”, scriveva Torquato Tasso nell’ottobre 1575 al mantovano Scipione Gonzaga, inviandogli in una lettera l’ottava con cui egli avrebbe voluto dare avvio al racconto dell’eroica impresa dei cristiani nel primo Canto della sua Gerusalemme.
“Vostra Signoria mi faccia favore di scrivermi se piace questa, o più particolarmente in qual altro modo la desiderano”,...

Continua
Umberto Bellintani
SE VUOI SAPERE DI ME
Poesie inedite

Se vuoi sapere di me, il mio cuore è un mesto borgo imperiale ed è l'aquila che si posa sulle altissime vette dei monti gode dell'uragano del cielo azzurrissimo e impetuoso quando la folgore tuona e impreca sulla terra tramortita.
Se vuoi sapere di me, vi è un diluvio immenso
di luci nella città di Pietro e dei Cesari antichi.
Ma il mio spirito è pur l'aquila dalle ali spezzate che si posa tristemente a mezzo monte e guarda la pioggia che cade nella valle lamentosa con la serpe acquatta...

Continua
Lucia Patrizi - Matteo Scarfò
UOMO MANGIA UOMO
Man Eats Man

"I racconti di Matteo Scarfò hanno origine da un dolore che forse la sua generazione non percepisce come tale e riconosce come normale progressione del vivere".

Andrea Frezza


"La paura ci rende prevedibili, controllabili, conformi, e giustamente finiamo per temere il serial killer, il "non conforme che ci uccide", "il pazzo non conforme e imprevedibile che uccide esseri conformi e prevedibili".

Eros Puglielli


...

Continua

Rocco Emanuele Grippa
LA NORMALIZZAZIONE DELLA CHIESA LATINA SU QUELLA DI RITO GRECO IN TERRA D'OTRANTO FRA IL XVI ED IL XVII SECOLO

Nell'accingermi alla stesura di questo saggio, mi piace rammentare una frase di Plinio il Giovane: "Mi sono sforzato d'interessare le diverse categorie di lettori, usando parecchi modi d'esporre, e se posso temere che taluni non approvino questa o quella parte a seconda del loro temperamento, posso d'altro lato sperare che tale varietà renderà piacevole il tutto a tutti".
In altre parole, chi scrive un libro sa bene che la sua fatica andrà nelle mani di lettori appartenenti a diversi orizzont...

Continua
Clematide Onlus
Le GUERRE DIMENTICATE e il DRAMMA dei BAMBINI SOLDATO

Colette Kitonga è un medico. E' nata in Congo. E' venuta in Europa per laurearsi in medicina e specializzarsi in Ginecologia ed Ostetricia. Colette è tornata in Congo. E da quando è tornata nel suo Paese africano si occupa di quasi 6000 persone, neonati e giovani adulti, sani e malati. Ed ogni giorno li ha strappati e li strappa alla guerra civile che dilania da anni il suo Paese, con le unghie, mettendo spesso in serio pericolo la propria vita. Quando Colette è venuta in Italia, nel Dicembre sc...

Continua
Sandro Querci
DA TE A ME

Un libro come un vecchio disco in vinile, non importa a quanti giri, settantotto, trentatré, sedici o quarantacinque. Un libro da leggere e da ascoltare.
Apologia ed elegia di Firenze, del Teatro, mio padre. Accorato appello a non dimenticarsi mai delle proprie radici.
Come un disco due lati, A e B. Il primo tratta della parte vissuta dal protagonista a Firenze, il secondo dell'adolescenza vissuta in periferia prendendo coscienza delle ambizioni.
Una toscanità popolare, tagliente, a vol...

Continua

Matilde Tursi
IL VENERDI' SANTO A CASSANO ALLO IONIO
Origini, sviluppi e mutamenti

Questo lavoro è stato oggetto di un’accurata ricerca antropologica sul campo durata ben quattro anni e vede protagonista lo svolgersi del rito della Processione del Venerdì Santo a Cassano Allo Ionio, un paese situato in provincia di Cosenza, precisamente sull’alto Jonio cosentino.
L’obiettivo è stato quello di valorizzare questa sacra rappresentazione teatrale, ancora viva nel meridione, che si svolge percorrendo le stradine del centro storico di Cassano, meraviglioso contesto scenografico.<...

Continua
I.I.S. di 1°grado "B. Lanza" - Cassano allo Ionio
ITINERARI CASSANESI

Dopo Quattro scrittori e due musicisti del novecento cassanese (premio Biagio Lanza nell'anno scolastico 2005/2006), dopo Tracce (idem, 2006/2007), dopo Idee e proposte per lo sviluppo del territorio (idem, 2007/2008), la scuola consegna alla collettività un nuovo lavoro dei suoi alunni e dei suoi docenti. Si fa, cioè, ancora una volta fabbrica di cultura, per contribuire alla valorizzazione delle nostre risorse, nella speranza che chi ha responsabilità di governo del territorio ne faccia tesoro...

Continua
Ka Bizzarro
COME DIVENTARE TREMENDAMENTE ROCK SENZA LASCIARCI LA PELLE

[...]"Insomma, voglio dire che, come tutti quelli della mia generazione, sono cresciuto con la televisione. Candy Candy mi ha insegnato il concetto di sfiga. Lamù il concetto di figa. I fondamenti filosofici principali della vita mi sono arrivati dalla tv privata. Altro che Platone, che tra l'altro in Pollon non faceva neanche la comparsa.
Poi all'improvviso, sempre guardando la televisione, ti accorgi che da un giorno all'altro sei cambiato. Quello che eri ieri non c'è più, e da oggi sei un...

Continua
I QUADERNI DELL'IRFEA

Francesco Perri - Cecilia Perri
Raffaele Vincenzo Barone
Pittore di Vaccarizzo Albanese

il 15 dicembre del 1953. Un altro caso di emigrazione per poter dare esito alla sua voca-zione artistica, come per tanti pittori calabresi del passato? No. Come ben si intuisce dalla ricostruzione della vita e della carriera artistica compiuta in queste pagine, l'emigrazione di Raffaele Vincenzo Barone in Argentina andrebbe inseri¬ta nel più complesso fenome¬no dell'epoca che vide tanti italiani, fra essi moltissimi ca-labresi, cercare fortuna nel Nuovo mondo. Egli, infat¬ti, studiò normalmente ...

Continua
Riccardo D'Elia
ARGENTINA, PARAGUAY E BRASILE
ricordi, impressioni e consigli

Pubblicato la prima volta nel 1906 dalla Tipografia Torinese, Argentina, Paraguay e Brasile: ricordi, impressioni e consigli, è la narrazione del lungo viaggio e delle vicende che portarono Riccardo D'Elia a stabilirsi nei villaggi di Sào Vicente e Jaguari nel Rio Grande do Sul. Il medico calabrese il 10 maggio del 1888, quando «un lembo di cielo appariva ancora chiaro, e le nuvole s'intagliavano più nere e più enormi, mentre la luna pallida e grande a poco a poco sorgeva dietro una catena di mo...

Continua
Carlo Rango
SULLA VALUTAZIONE SCOLASTICA
Riflessioni

Questo libro vuole invitare i lettori a una riflessione sul tema della valutazione scolastica, uno degli aspetti più delicati dei processi formativi, spesso fonte di ansie e di preoccupazioni per le sue ricadute sul piano emotivo e affettivo dei soggetti coinvolti.
Partendo da questi presupposti vengono ripercorsi i significati che assume il termine valutazione in relazione ai modelli culturali che la sorreggono e che orientano anche l'azione educativa e didattica. È un approccio problematico...

Continua
 
CULTURE E INTRECCI 1
CULTURE E INTRECCI 2

Achille Di Giacomo
POEMETTO PER IL RE DI NAPOLI

In questo poemetto si avverte immediatamente il fiato caldo di chi ha attraversato molte esperienze e ne ha tratto insegnamenti e verità che poi hanno saputo fiorire e trovare una loro dimensione, una peculiarità personale e inconfondibile. Di Giacomo conosce il peso delle parole e te adopera senza sprecarle, con un timbro che evita di sfociare nella musica esteriore, con una cadenza che ci accompagna all'interno di un mondo che è riuscito a contemperare maniere diverse d'espressione, amalgamand...

Continua
Evdokija Rostopcina - Paola Ferretti
RANGO E DENARO

Il giovane ufficiale di belle speranze Vadim Svirskij, dal patrimonio tutt'altro che ragguardevole, conosce a un ballo la candida e incantevole Vera. Da Don Giovanni a tempo quale era stato fino ad allora, si tramuta in devoto sacerdote di un unico, ossessivo culto: l'amore per Vera. Ma la storia è destinata ad essere travolta dai pregiudizi della società russa del primo Ottocento. Alla mente si affaccia tutto un universo divenuto familiare al lettore occidentale grazie a PuSkin, Lermontov e Tol...

Continua
Venjamin Kaverin - Claudia Scandurra
IL GRANDE GIOCO

Pubblicato nel 1925 sull’almanacco Literaturnaja Mysl’, n. 3, e l’anno successivo in volume insieme a Fine di una banda (Konec chazy), con cui ha in comune il motivo dei bassifondi e Dell’avventura, il romanzo Il grande gioco (Bol’šaja igra) racconta con eleganza una storia di spionaggio. Palese è il rimando al romanzo Kim di Kipling, da cui Kaverin deriva il titolo (il Grande Gioco è, nel servizio segreto, la strategia delle trame spionistiche) e la motivazione prima. Il grande gioco è però anc...

Continua
CULTURE E INTRECCI 3
CULTURE E INTRECCI 4
CULTURE E INTRECCI 5

Anatolij Vasil'evič Lunačarskij - Donatella Di Leo
FAUST E LA CITTA
Dramma per la lettura e scritti sul Faust

"Il lettore che conosce il grande Faust di Goethe si accorgerà che il mio Faust e la Città si riallaccia a quelle scene della seconda parte del Faust dove l'eroe goethiano crea una città libera".

A. V. Lunaéarskij


Opera di carattere filosofico-socialista, Faust e la Città fu scritta da Lunačarskij nel 1908 durante il soggiorno italiano ad Antrodoco e completata nel 1916, un anno prima della Rivoluzione russa. L'autore, che fu anche una personalità politica di spic...

Continua
Konstantin Paustovskij - Paola Ferretti
Il destino di Charles Lonceville

Nel 1932, su invito di Gor'kij, Paustovskij si reca a Petrozavodsk per ricostruire le vicende legate alla locale Fonderia, risalente ai tempi di Pietro il Grande. Durante una passeggiata si imbatte in una stele funeraria su cui è scritto: "CharlesEugène Lonceville, ingegnere artigliere della Grande Armata dell'Imperatore Napoleone, nato nel 1778 a Perpignan, morto nell'estate del 1816 a Petrozavodsk, lontano dalla patria. Che la pace discenda sul suo cuore tormentato". Dopo un intenso lavoro d'a...

Continua
Aleksandr S. Puskin - Walter Zidaric
LA RUSALKA PYCAJIKA

Figura complessa ed enigmatica della mitologia e del folclore slavo, la rusalka è un personaggio assai popolare nell'immaginario collettivo russo, bielorusso e ucraino. Pugkin ne fece l'eroina del suo dramma in versi omonimo, scritto tra il 1829 e il 1832, lasciando però il manoscritto in una forma che è stata considerata, a lungo e a torto, incompiuta da buona parte della critica. Pubblicato per la prima volta postumo nel 1837, in una versione che sarà presto definita "canonica", tale dramma su...

Continua
SAGGI

Cosimo Cerardi
FILOSOFIA E RIVOLUZIONE IN GIORDANO BRUNO

A ragione Bruno può essere definito il grande filosofo martire non solo della nostra Rinascenza ma anche di quella europea.
Quando Giovanni Gentile si ricollegava, senza alcuna ombra di dubbio, a Bertrando Spaventa e alla sua valorizzazione del Rinascimento, sia nei confronti della scolastica che nei confronti della filosofia Europea del '600, lo faceva per sottolineare il ruolo del pensiero bruniano nel Rinascimento italiano e della centralità di questo nel panorama culturale dell'Europa di ...

Continua
Cosimo Cerardi
NOTE DI UN DIBATTITO
Jurgen Moltmann e la filosofia della speranza di Ernst Bloch

"La vera umiltà sta nell'accettare l'oscurità del proprio vivere. La semplice esistenza è vita in Dio. Infatti in questa `oscurità dell'istante vissuto' (E. Bloch) sono presenti inizio e fine. Qui il tempo è l'eternità e l'eternità è tempo". (...) "Ciò che è proprio dell'utopia è piuttosto operare una tendenza del presente in avanti, verso il futuro, e quindi assegnare agli oppressi una condizione di esodo. Lungi dal rassicurarci, l'utopia ci porta a considerare il reale sotto il carattere dell'...

Continua
Sergio Micheli
CAMILLO BENSO CONTE DI CAVOUR
Vita e morte

Tutti conosciamo il nome di Camillo Benso Conte di Cavour. Se non altro per le vie che, in ogni città italiana, hanno preso que¬sto nome. Come, del resto, per restare in tema risorgimentale, il nome di Giuseppe Garibaldi o di Giuseppe Mazzini. Non credo vi sia città, grande e piccola, in cui non esista la presenza di questi personaggi da identificare, con i loro nomi, le vie principali.
In poche parole Camillo Benso Conte di Cavour, diciamo subito che è stato il più geniale uomo politico ital...

Continua
TEATRO

Giuseppe Manfridi
TI AMO, MARIA!

"Ti amo, Maria!" è una storia colma di energie compresse pronte a esplodere. Energie oscure e lampeggianti da cui promanano fantasmi, e, con essi, visioni esagerate dell'amore.
L'amore, ecco! Di questo, soprattutto, racconta la commedia che, a dirla breve, potrebbe essere definita una storia d'amore. Certo, bruciante, poichè i sentimenti che le danno anima si nutrono di un'idea dura dell'amore, concepito come inimicizia, scontro, conflitto. Soprattutto, come persecuzione. E se si dà persecuzi...

Continua
Adele Falbo
ISMENE

-"Ho bisogno di parlarti",
"Ancora... Ci siamo detti già tutto",
"Ho mentito... Non ti ho detto la cosa più importante",
"L'ultima volta mi avevi detto la stessa cosa",
"Questa volta sono sincero, ho una cosa importantissima da dirti, una
cosa che non ti ho mai detto"
"Non so..."
"Dopo non mi rivedrai mai più".
Quell'esitazione è la conferma della mia vittoria distruttiva su
entrambi.
Chi dei due si salverà?
lo scommetto...
nessuno. -

Dalla Bibbia ai cl...

Continua
Valeria Moretti
CLARA SCHUMANN

"Cosa significa essere "rivale" del proprio consorte (pianista riuscita lei, pianista fallito lui per assurdi esperimenti cui sottopose le dita fino a rovinarsi una mano)? Come si concilia la propria carriera con la maternità (otto figli in quattordici anni, con il quinto, Ludwig, anche lui malato di mente)? Come si convive sedici anni con un genio? Qual è la propria responsabilità, nella sua lotta durata oltre un quindicennio, contro la follia? Ciò che avvince nel monologo-confessione di Clara ...

Continua

Albe Ros - Daniela Morelli
IL MIO COPPI
pedala, pedala

"Il mio Coppi", pièce teatrale interpretata da Pamela Villoresi, da un racconto di Albe Ros, testo di Daniela Morelli e regia di Maurizio Panici. Pamela Villoresi interpreta il ruolo di Maria, sorella maggiore di Coppi. Il momento è drammatico: Coppi è in agonia e Maria cerca di trattenerlo con la forza del suo amore e della sua pedalata. Con la memoria di una vita vissuta in fuga, una vita che ora sta per fuggire davvero.

TEATRO 51

...

Continua

Francesco Tosti
EL MATADOR
racconti desaparecidos

Conosciuta ai più, la storia della Guerra Sporca e il dramma dei desaparecidos argentini, vengono narrate in "EI Matador" in modo diverso e innovativo. Le vicende ruotano attorno alla vita di un piccolo orfano che cresce tra fette di pane, sugo al pomodoro riviste sportive e partite di calcio, accudito dalla Nonna e da un piccolo televisore rosso di marca Brionvega.
ll protagonista in scena è adulto e ricorda con gioia e dolore assieme il suo passato e le sue privazioni, e tragicamente in que...

Continua

 

Oksana Tanjuk
NOTTE DI EleoNora GIORNO
Bilingue: italiano e ucraino

Notte di EleoNora Giorno è un dramma che attraverso una sospensione spazio-temporale compone, in un unico atto, uno squarcio di psicologia femminile in emersione da eventi storici e politici dell'Unione Sovietica. E' un testo che nel dialogo sfiora l'assurdo e nasconde, in una struttura di rimandi e del doppio, una narrazione in grado di produrre, dentro un indefinito presente che rimanda al passato, un costante perturbamento.
Messo in scena dal regista Oleksandr Balaban presso il Centro Nazi...

Continua

 

Fabio Pellicori
DESAPARECIDO

Scendere in piazza per un diritto. Scendere in piazza per avere qualcosa di necessario: il libretto studentesco liceale. Un documento che dà la possibilità di avere sconti sui testi scolastici e sull’utilizzo dei mezzi pubblici. Un diritto, una possibilità di continuare il proprio percorso di studi, di vita. Tutto parte da qui. Il coraggio di alcuni giovani che lottano per i propri sogni e che verranno considerati per questo motivo dei “sovversivi”. Perciò vengono rapiti, torturati, seviziati e ...

Continua

Riccardo de Torrebruna
GAY PANIC

Il testo è ispirato a un fatto realmente accaduto durante la guerra in Iraq.
Un turno di guardia in una torretta di sorveglianza. Daniel, un marine americano. Zaggam, una giovane recluta della rifondata Guardia Nazionale irachena.
Questo accenno di conoscenza, di amicizia e infine di amore fisico diventa suo malgrado tragedia, ma conserva l'ironia e lo stupore possibili solo per una vicenda staccata dalla macchina mediatica e dai suoi bollettini di guerra. Un frammento della guerra che inc...

Continua

 

Vera Cortese
PATACIOC
ovvero
EROS E CIOCCOLATA

I VOCE
Patacioc: che goduria!
Cioccolata-cioccolata calda, fondente, da leccare, da baciare, da ingoiare: cioccolata!!!
II VOCE
Cioccolato per godere, per gioire, per sublimare: gli affetti, l'amore, le gioie del sesso, il calore dei corpi uniti, sudati, intrecciati. Cioccolata fondente per fondere i nostri pensieri, per fondere la nostra mente, le nostre emozioni......

Continua
TEATRO - PROGETTO DIECIPARTITE

Giuseppe Manfridi
LAZIO-ROMA 3-3
Atto Primo

"I 90 minuti sono aggrediti.
Già non sono più 90. Già un po' meno. Diminuiti di qualche secondo, ma diminuiti.
Il derby, cominciando, comincia a finire. Ma, Dio, quanto sarà lungo!
Un countdown... un countdown...
Che racconterà? Cosa ci costringerà o ci permetterà di vivere?
La Roma attacca. C'è. Mi rincuoro. Ci rincuoriamo tutti. Il che non vuol dire smettere di tremare. Le due cose possono andare di pari passo.
Firmeresti per un pareggio?... Per risposta, più smorfie che paro...

Continua
Giuseppe Manfridi
PISA-ROMA 1-2
Atto Secondo

"Stasera siete tutti invitati ad abitare con me questo tempo di sosta, di vita sospesa. Questo segmento durante il quale il miracolo che sembrava stesse per avvenire fu colto da ictus, senza tuttavia svanire.
Sarà indispensabile, però, raccontare anche motto di ciò che sta prima di questo segmento, e un po' di ciò che gli sussegue.
A cominciare da una Nazionale campione del mondo che restituisce alla Serie A una Juventus coi connotati della superpotenza.
Fatto salvo Bruno Conti, ce li h...

Continua
Giuseppe Manfridi
ROMA-LIVERPOOL 1-1
Atto Terzo

"Roma-Liverpool l'avevo un po' scansata da me, ma mai abolita.
Come abolire un kolossal?... Un kolossal dell'anima. Roma. Roma e la sua finale. ..
... la città si era guadagnata quella finale di Coppa Campioni `83/'84 prima che riuscisse a farlo la propria squadra. Al tentativo numero uno.
Meraviglia delle meraviglie! Come non pensare al miracolo!? E una porzione di miracolo ci è stata data.
Tutto intero no, ma una porzione di miracolo già basta a segnare una vita.
Qui, e non altr...

Continua

Giuseppe Manfridi
ROMA-JUVENTUS 3-2
Atto Quarto

"Un'onda si spande in lontananza, verso la Nord. Morini lancia un pallone lungo in area.
Lunghissimo, da sotto la Tevere. Prati lo stoppa di petto dando le spalle alla porta, che è un rettangolino minuscolo ai limiti del mondo. La palla picchia in terra e, sul rimbalzo, il mio idolo, balocco dei miei sogni, ha una torsione repentina, la impatta di collo pieno e in mezza girata la sbatte sotto la traversa.
Mai visto così bene dal parterre della Sud un gol fatto sotto la Nord!
Benedico la...

Continua

Giuseppe Manfridi
REAL MADRID - ROMA 1-2
Atto Quinto

E' stato detto: al Santiago Bernabeu novanta minuti possono essere lunghissimi. Molto più lunghi che altrove. Questa la particolare dimensione in cui siamo andati a vincere una gara che ci sarebbe bastato pareggiare, ma che se avessimo provato a pareggiare, avremmo senz'altro perso, e che invece tentando di vincere per riuscire a pareggiarla, a un certo punto ci siamo trovati a vincerla, e poi di nuovo a pareggiarla. Allora abbiamo provato ancora a vincerla per conservare quel pareggio sino alla...

Continua

 

NARRATIVA

Giuseppina Campopiano
TANTE TANTE CICALE

I personaggi, i mestieri, i modi di vivere cristallizzati nel tempo vengono descritti in queste pagine, con nostalgia e rimpianto, per tramandare un tempo che non tornerà più....

Continua
CINEMA NOVITA' (Da questi libri sono stati realizzati i relativi film)

Matilde Tortora
IL SOLE CON L'ARCHERMES
un film di Matilde Tortora sui 150 anni dell'Unità d'Italia

Il Film "Il Sole con l'alchèrmes", ideato, scritto e diretto da Matilde Tortora, montaggio di Orazio Garofalo, è stato completato nel febbraio del 2011. La prima proiezione del film si è tenuta a Firenze 1'8 marzo al Cinema Odeon, a cura del Festival Internazionale Cinema e Donna e della Fondazione Sistema Mediateca Toscana. Sono seguite proiezioni in altre città (Narni, Napoli, Spoleto) e altre ne vanno a seguire, in maggio a Torino e in altri luoghi. Il Film è stato inserito tra gli eventi dei...

Continua
Pasquale Falcone
IO NON CI CASCO

È la storia di un ragazzo di 18 ani che cade in coma in seguito ad un incidente col motorino. Questa tragedia darà modo ai genitori separati di riavvicinarsi e agli amici di esprimersi come sono realmente con le loro paure, la ansie, le speranze e i loro desideri. Il letto d'ospedale diventa una sorta di confessionale e la stanza un ritrovo degli amici del protagonista....

Continua
Fabio Massa
LINEA DI KONFINE

È il mondo di un ragazzo di 22 anni, Christian, da cui si parte per dipingere un quadro sull’adolescenza, sui ragazzi del nostro tempo, e imbatterci in quelle che sono le loro incertezze, aspirazioni e speranze. Un mix di serietà, crudeltà, maturità/immaturità e spensieratezza, sentimenti dipinti all'interno di un quadro familiare sempre al varco, scritti tra i banchi di scuola, vissuti in una vita che spesso corre troppo veloce......

Continua

Angelo Antonucci
VORREI AVERTI QUI

Attraverso la vicenda d'amore e di amicizia di una ragazza e del rapporto tra genitori e figli si raccontano le storie vere di giovani che si perdono negli eccessi dell'alcool. Samy, alle soglie della maturità e dei 18 anni, si ritrova ad entrare sempre di più nel mondo dell'alcolismo con tutte le conseguenze che ne derivano. Un motivo e' per entrare in maggiore amicizia e complicita' con gli amici, abituali consumatori di bevande alcoliche: Laura, Micaela, Skizzo, Luca, Kira e l'ex ragazzo Roby...

Continua
NARRATIVA

Andrea Foschini
IL RITORNO DI ULISSE
(La vendetta di un Re)
Quattro racconti epici

Il Ritorno di Ulisse, la vendetta di un Re riunisce quattro poemi epici in prosa che sono anche però testi di incalzante forza narrativa. La poesia, violenta, coltissima, ricchissima di immagini e di significati che tende come non mai al Sublime in un epoca di stupidità totale, di mediocrità generalizzata e di esplicita ostilità nei confronti del genio rappresenta in un di più l'eccezionalità di questi racconti. Eccezionali per la ricchezza e la raffinatezza del linguaggio e dei linguaggi, per i...

Continua
NARRATIVA

Giuseppe Vigilante
I PAZZI GUARDANO LA LAGUNA

In una serie di racconti l'autore ricerca,
nell'esistenza degli "sconfitti"
e nelle inquietudini dei "normali",
il messaggio segreto della sofferenza
e ele radici superstiti della speranza.
...

Continua
ARTISTI
RITRATTI/FOTO

Giovanni Checchi
GIOVANNI CHECCHI 1927-2003

La monografia Giovanni Checchi 1927-2003, fortemente voluta da Anna Kiss, che ha firmato l’affettuosa Premessa in stile epistolare, e curata dallo storico dell’arte Giorgio Di Genova, ricostruisce le vicende biografiche e artistiche dell’artista attraverso i testi del curatore (Giovanni Checchi, pittore metamorfico e visionario), di Matilde Tortora (Giovanni Checchi e il cinema), di Barbara E. Barich (Giovanni Checchi: un pittore e l’archeologia) e le testimonianze e i ricordi degli artisti de...

Continua
Marco Parodi
MEMORIE DI UNA VITA FUTURA
Storia di una educazione teatrale

Il libro racconta uno spaccato del teatro italiano del secondo Novecento, in cui Marco Parodi è stato coinvolto, dalla Borsa di Arlecchino all’Orlando Furioso di Ronconi, dalla creazione del Teatro di Sardegna agli spettacoli popolari con Gianfranco D’Angelo e Enzo Iachetti.

"State attenti: la nave è ormai in mano al cuoco di bordo, e le parole che trasmette il megafono del Comandante non riguardano più la rotta, ma quel che si mangerà domani."

...

Continua
Renato Pagliaro - Biagio Giuseppe Faillace
80 VOGLIA DI MORANO

Questo primo numero di Renato Pagliaro è particolarmente adatto alla costituzione di una collana editoriale, dove la pubblicazione della fotografia si accompagna alla letteratura, alla poesia, all'arte, alla musica, alla storia, alla memoria, oppure sottintende uno studio di rapporti sociali e di tradizioni popolari.
Si tratta, dunque, pur nella veste editoriale agile e piacevole della raccolta di tavole a colori, di un'opera complessa che vuole stimolare gli enti pubblici, le aziende private...

Continua
CINEMA
Aldo Bernardini - Vittorio Martinelli - Matilde Tortora
ENRICO GUAZZONI
regista pittore

II volume documenta e analizza per la prima volta la carriera e le opere di uno dei maggiori realizzatori del cinema muto italiano, Enrico Guazzoni, il regista che, lasciandosi guidare dalla sua passione per l'arte pittorica, per la grafica e la cartellonistica, contribuì alla scoperta e alla maturazione delle possibilità espressive del linguaggio delle immagini in movimento. Con i suoi primi, grandi lungometraggi storici, La Gerusalemme liberata (1911) e Quo vadis? (1913), girati per la grande ...

Continua
Sergio Micheli
IL PIANETA CINEMA
Incontri ravvicinati

Oggi, con l'abituale instancabile ricorso che noi facciamo alla terminologia inglese, si usa la parola location per dire di un luogo individuato e scelto per girarvi scene di un film: questo libro di Sergio Micheli, assai originale e unico nel suo genere, ci porta un contributo di prima mano su quella location primaria, assolutamente insostituibile che è il cuore e l'attenzione di uno spettatore di film.
Tutti i film, e sono davvero tanti, di cui Sergio Micheli ci conduce ad limina in questo ...

Continua
Vittorio Martinelli
UNA FREQUENTAZIONE RAREFATTA

Nel periodo tra le due guerre, il mercato cinematografico italiano ha assorbito all'incirca 1300 film nazionali, 4000 americani, 1500 tedeschi, 900 francesi, 170 austriaci e 200 provenienti da una ventina di altri paesi, la quota inglese è di soli 250 in più di vent'anni; eppure, se si dà credito alla monumentale filmografia di Dennis Gifford, la produzione cinematografica britannica appare non certo al di sotto delle consorelle europee. Cosa ha causato questa povertà di presenze sui nostri sche...

Continua
CINEMA E CIOCCOLATO
Matilde Tortora
CINEMA FONDENTE

I sogni, si è soliti dire, “non lasciano impronte digitali, né prove”. Questo assunto
può essere vero per tutti i sogni, ma non certo per quelli che facciamo mentre
guardiamo un film, tanto è vero che, di alcuni dei sogni fatti al cinema nei lontani
anni Dieci del secolo che ormai diciamo scorso, sono rimaste perfino
impronte di cioccolato.
D’altronde fare incetta di immagini, mangiarselo con gli occhi, detto riferendosi
ad un divo o ad una diva, è linguaggio usuale per chi è s...

Continua
Matilde Tortora
CONSUMARE PASSIONI
CINEMA E CIOCCOLATO

Abbinare ai propri prodotti immagini di uno stesso film, inserire in ogni pacchetto di cioccolato ogni volta un altrettanto appetibile "cromos" di un film, era un modo negli anni Dieci di fomentare e istigare il consumo di prodotti parimenti voluttuari e volatili: il cinema e il cioccolato.
Si consumavano in tal modo all'unisono passioni, nel mentre pure si cavalcava l'onda di un fenomeno, il cinema, che attirava sempre più spettatori, superava confini e andava proprio in quegli anni creando ...

Continua
Matilde Tortora
TARZAN - CINEMA E CIOCCOLATO

Chi non conosce la bontà e la meritata fama del cioccolato, che fin da subito volle anche legare, per il lungimirante intuito dei produttori di cioccolato (come ha rivelato Matilde Tortora anni fa con il suo libro Cinema Fondente), il consumo e la pubblicizzazione dei propri golosi e appetibili prodotti a film di successo fin dai primi anni del cinema, instaurando, in tal modo, un primato di liaison con il cinema?
Le immagini dei film personalizzate con il "logo" dell'industria di cioccolato...

Continua
LIBRI CONSIGLIATI
Toni Maraini
FUGA DALL'IMPERO
ovvero il paradosso di Parmenide

Tutto quello che stiamo vivendo noi, qui, adesso - commentò Robert -, se l’avessimo narrato a qualcuno un secolo fa, non sarebbe stato definito incredibile, bizzarro? Pura fantascienza ? (…). Poi, si ricordò delle parole di Tim Pardesh “Siamo propulsi in una fase accelerata dell’evoluzione, ma non può essere lasciata alla sola scienza dell’Impero (...) Bisogna resistere… Essere testimoni”. L’intelligenza può anche altro, eh sì, - pensò Robert in un rapido succedersi di emozioni -, è anche curios...

Continua
Toni Maraini
DIARIO DI VIAGGIO IN AMERICA
Tra fondamentalismo e guerra

Amo questa città, questo paese. Sono tanti i ricordi disseminati negli anni, gli amici, i luoghi, gli affetti che lascio dietro di me. Più ancora, lascio una parte di me. Ma lascio anche un clima di irrazionale paura, pericolose manipolazioni d’opinione e d’informazione, impensati raggruppamenti di potere che si giocano il mondo, un vacillare nell’immaginario apocalittico. (...) Che fare? Intanto, riuscire a spiegare un certo numero di cose a quanti non vogliono capire e, nel contempo, controbat...

Continua
Renato Pagliaro
A SUD DELLA MIA ANIMA
Morano Calabro - Salvador - Rio de Janeiro - Porto Alegre - Montevideo - Buones Aires

Viaggiatore attento e fotografo raffinato, Renato Pagliaro si fa anche narratore, ordinando "a specchio" immagini straordinariamente dense ed efficaci e narrazione scritta. Ne risulta una descrizione duplice di un suo reiterato percorso, che lo conduce in forma circolare da Morano Calabro alle città latinoamericane - Salvador da Bahia, Rio de Janeiro, Porto Alegre, Montevideo, Buenos Aires - e da queste di nuovo a Morano. Il viaggio diviene autobiografia e reportage, documentazione e fiction ad...

Continua
Luis Garcìa Montero
DIARIO COMPLICE

Luis García Montero è, senza dubbio, un poeta che possiamo definire necessario all'interno del panorama culturale contemporaneo; non solo per la sua produzione artistica che gli è valsa numerosi premi, ma anche per il suo spaziare dal saggio al racconto, dalla teoria critica al teatro. La traiettoria poetica di questo andaluso ha le sue precoci radici nella sua città natale, Granada, luogo d'incontro tra le storie di tutti i giorni e la Storia; terra di arte e cultura, dove incontriamo figure co...

Continua
Umberto Romano
SAHRAWI
Libertà Negata

La presente opera, "Sahrawi libertà negata" è l'unificazione degli avvenimenti più toccanti racchiusi nei diari di viaggio: "Sahrawi Memorie di Libertà" (1998) e "Rabbia di Sabbia" (2001), che trattano la tragedia di un popolo in esilio, vuole essere la sintesi di quanto ascoltato, visto e vissuto nei miei recenti viaggi fatti, insieme al fotoreporter G. Fornoni tra gli amici sahrawi, sia nelle tendopoli dei profughi di Tindouf in Algeria, sia ad El Ayoun occupata, nel Sahara Occidentale, sulle ...

Continua
Alunni della Scuola Primaria di Doria
Sogno... fantasia e realtà

Il testo "Sogno, fantasia e realtà" è una raccolta di tredici racconti: nove prodotti dagli alunni della classe 3a, tre dagli alunni della classe 2a, e uno da quelli della classe 5a. Sono testi fantastici, scaturiti dalla fantasia collettiva degli alunni. Inizialmente, un foglio bianco e semplici stimoli dell'insegnante, poi la storia prendeva vita e si concludeva in modo autonomo e naturale: un vero e proprio gioco di fantasia tra alunni e insegnante, il cui risultato era sempre a favore degli ...

Continua
RIVISTE
TEATRO
Vari
IL PIEGHEVOLE Numero 3
Numero monografico su Monica Maggi


Nel pieghevole si pubblicano parole e immagini.
Chi ha qualcosa da dire, lo dica subito.

Il pieghevole
Aperiodico di letteratura e arte
A cura di: Alfredo Bruni, Maria Credidio, Salvatore Genovese,
Salvatore La Moglie, Gianni Mazzei, Paolo Pellicano
<...

Continua

Salvator Gaudenti - Christian Gaudenti
BUENOS AIRES TANGO...
Viaggio dell'Emigrante calabrese sulle strade del Tango argentino

Lo spettacolo è ambientato quasi interamente in Argentina, nel porto di Buenos Aires. Non c'è una vera e propria unità di tempo, in quanto in scena si vedono pezzi della vita dell'emigrante a distanza di anni, scanditi dalla musica argentina: il Tango. Per una questione poetica, stilistica e di tradizione, il Tango parlerà in madre lingua o attraverso la musica.

TEATRO 50

...

Continua
Tommaso Urselli
IL TIGLIO. Foto di famiglia senza madre - LA PORTA

IL TIGLIO
Foto di famiglia senza madre

Nord. La separazione tra un padre e un figlio, e l'inserimento di quest'ultimo in una comunità per disabili psichici. Un processo lungo e sofferto, fatto di incontri e scontri, verità e mezze bugie, tenerezze e silenzi, dialoghi a volte surreali; il tutto sotto gli occhi di una improbabile dottoressa.

LA PORTA

Sud. Due fratelli non più piccoli trascorrono i giorni chiusi dentro la propria camera, aspettando la madre. Una claustrofobi...

Continua
Powered by Web Twins